Un ciclo di mostre su Matilde di Canossa

Laura Losi

canossaFino all’11 gennaio 2009 avrà luogo la mostra Matilde di Canossa, il Papato e L’Impero, incentrata sulla protagonista dello scontro medioevale tra papato e chiesa. L’esposizione ha luogo presso la Casa del Mantegna a Mantova, e si propone come una narrazione del ruolo storico, territoriale e politico che la famiglia Canossa ebbe a cavallo dell’XI e XII secolo. La storia di Matilde e dei Canossa si snoda attraverso i reperti archeologici, i gioielli, gli strumenti di lavoro, le opere d’arte. La mostra di Mantova continua poi in due appendici distaccate: l’Abbazia di Polirone a San Benedetto del Po, fondata da Tedaldo, nonno di Matilde, e il Museo Diocesano di Mantova, che ospita una mostra dedicata al consigliere di Matilde, Anselmo di Lucca. Sempre in omaggio a Matilde è poi la mostra Matilde e il tesoro di Canossa, tra castelli e città, che si terrà a Reggio Emilia presso Palazzo Magnani, il Museo Diocesano, i Musei Civici della città e il Museo Campanini di Canossa. La mostra di Reggio è incentrata sul ruolo dei Canossa nel territorio dell’Appennino Reggiano, e vede esposte varie opere d’arte tra cui testi letterari, miniature e opere tombali.

Tra le varie iniziative legate alla valorizzazione di Matilde e della famiglia Canossa segnaliamo poi il Premio Matilde di Canossa, che sarà assegnato il prossimo 26 settembre a una donna europea che si sarà distinta nell’ambito culturale, politico o sociale.

La rassegna canossiana è curata da un comitato scientifico internazionale, che si è occupato di sviscerare la vicenda biografica, culturale e politica della “comitissa”, figura di spicco di quel grande e complesso insieme di avvenimenti che viene definito sotto il cappello di “lotta per le investiture”. Il focus sulla vita e sulle scelte coraggiose di Matilde di Canossa permette poi di gettare uno sguardo d’insieme alla storia, all’arte e alla cultura alle origini del Romanico, come recita il sottotitolo della mostra mantovana; il tutto attraverso un percorso per oggetti, ove ad ogni pezzo in esposizione corrisponde un evento.

Donna dotata di grande energia e senso politico, Matilde di Canossa arrivò a dominare tutti i territori del Nord Italia fino allo Stato della Chiesa. Il centro nevralgico del vasto territorio a lei assoggettato, che comprendeva Emilia-Romagna, Toscana e Lombardia, era appunto Canossa. Della sua vita lunga e avventurosa, l’episodio chiave va forse riscontrato nell’incontro tra l’imperatore Enrico IV e Gregorio VII papa, avvenuto nell’inverno del 1077 presso il Castello di Canossa grazie all’intermediazione di Matilde e dell’abate Ugo di Cluny. Ma la leggenda di Matilde, che ha ispirato grandi artisti come Dante, Giulio Romano e Gian Lorenzo Bernini, ha comprensibilmente alimentato nei secoli anche una serie di storie, miti e interpretazioni, che l’hanno vista ora come una santa, ora come una creatura diabolica rea, addirittura, di aver fatto assassinare il suo primo marito Goffredo il Gobbo. Dante, invece, la inserì nell’XI canto del Paradiso della Divina Commedia, ponendola nella cerchia dei militanti per la fede.

Presa a modello di donna forte e temeraria, Matilde di Canossa è anche celebre per la lettera inviata al suo secondo marito diciannovenne, sposato per entrare a far parte di una complessa rete di alleanze politiche: Non per leggerezza femminile o per temerarietà, ma per il bene di tutto il mio regno, ti invio questa lettera accogliendo la quale tu accogli me e tutto il governo della Longobardia. Ti darò tante città tanti castelli tanti nobili palazzi, oro ed argento a dismisura e soprattutto tu avrai un nome famoso, se ti renderai a me caro. e non segnarmi per l’audacia perché per prima ti assalgo col discorso. È lecito sia al sesso maschile che a quello femminile aspirare ad una legittima unione e non fa differenza se sia l’uomo o la donna a toccare la prima linea dell’amore, solo che raggiunga un matrimonio indissolubile. Addio.

Link:
www.mostramatildedicanossa.it
www.beniculturali.it/eventi/dettaglio.asp?nd=ec,ri&idevento=55190