cultura

L’italiano medio è piuttosto ignorante sul piano musicale, in particolare se parliamo di musica Sinfonica e da Camera.

Il progetto PappanoinWeb, al suo quarto anno di vita, sta contribuendo a cambiare le cose, appassionando migliaia di spettatori virtuali, e avvicinandoli alla grande musica, grazie a live streaming ed esecuzioni on-demand.

Il progetto è frutto di una partnership, ormai consolidata, tra l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e Telecom Italia. L’obbiettivo è chiaro, semplice, quanto ambizioso, “condividere valore” con il più vasto pubblico possibile, sfruttando al meglio le nuove opportunità date dalla tecnologia, e la capacità interpretativa del Maestro Antonio Pappano.

Il Maestro è un grande divulgare, e il progetto che ne porta il nome intende promuovere la cultura mettendola a disposizione di tutti, grazie alla Rete, sfruttando al meglio le enormi potenzialità di piattaforme di streaming e social network.

Grazie a quest’impegno il progetto PappanoinWeb si è anche aggiudicato il Premio per il miglior Sito Corporate Istituzionale agli NC Digital Awards 2014, dedicati alle migliori campagne di comunicazione online del 2013.

Sul sito telecomitalia.com/pappanoinweb gli spettatori non hanno avuto solo modo di accedere, comodamente da casa, o ovunque si trovassero, a grande musica, ma anche a contenuti esclusivi e apposite guide all’ascolto, oltre che a delle interessanti “lezioni-conversazione” con esperti musicologi e lo stesso Maestro Antonio Pappano.

Questi i fattori che hanno decretato il successo dell’idea che nel corso degli anni ha dato forma ad un progetto sempre più ampio ed articolato, che sta crescendo anche, e soprattutto, nel gradimento dell’utenza, non più formata solo da appassionati di musica classica, ma anche da persone che si avvicinano per la prima volta a questo genere.

Si parla di qualcosa come 200mila utenti che seguono concerti in streaming o che vi accedono on-demand, una vera e propria rivoluzione culturale.