Nuova scoperta archeologica in Cina

La tomba del primo imperatore cinese, Quinshihuang, sorvegliata da ottomila guerrieri e cavalli di terracotta, ha svelato un altro segreto. Dopo anni di ricerche, è stata confermata la presenza di un edificio alto 30 metri sepolto nel mausoleo vicino all’antica capitale Xian, nello Shaanxi. L’edificio sarebbe stato costruito per favorire la salita al cielo dell’anima dell’imperatore: situato sopra la tomba principale, era circondato da muri digradanti, formati da nove scalini ciascuno.