New York, Museum of Biblical Art: Sculpture in the age of Donatello

Biblical Donatello mostra

La nostra arte, tralasciando ridicoli campanilismi, probabilmente non ha eguali quasi in nessuna parte del mondo. Per questo motivo ogni anno milioni di turisti arrivano in Italia per poter visitare Roma, Firenze, Venezia, ecc. Quando poi ritornano a casa si ripropongono di tornare. Ciò forse anche perché raramente il nostro paese accetta di mandare all’estero per mostre ed eventi i suoi preziosi manufatti, le sue opere d’arte secolari, le testimonianze di una grandezza che ormai da tempo ha abbandonato l’Italia.

Ecco perché la scelta di inviare a New York 23 statue di epoca rinascimentale realizzate dai nostri più grandi artisti, si pone quasi come un evento straordinario e, ovviamente, imperdibile. Sino ad 14 giugno del 2015, il Museum of Biblical Art di New York ospiterà alcuni capolavori firmati da Donatello, Luca della Robbia, Brunelleschi e Nanni di Banco. Si tratta per la maggior parte di marmi raffiguranti i profeti o, in altri casi, alcuni dei Santi più venerati; non a caso la maggior parte delle statue inviate oltre oceano erano state pensate per ornare la bellissima chiesa fiorentina di Santa Maria del Fiore. Ciascuna scultura, sebbene evidentemente realizzata da mani diverse, riesce a cogliere i moti dell’animo di ognuno dei protagonisti raffigurati, il pathos che caratterizza un attimo particolare della loro storia (basti pensare alla meravigliosa espressività dell’Abramo di Donatello, colto proprio mentre sta per sacrificare il figlio Isacco).

Nei locali del museo verranno anche esposti dei piccoli modelli di Santa Maria del Fiore, realizzati dal geniale architetto Filippo Brunelleschi. Per conoscere ulteriori dettagli sull’imperdibile esposizione basterà collegarsi al sito del Museum of Biblical Art di New York.