Milano: L’Egitto dal cielo, Da Brera alle piramidi

A qualcuno forse potrà sembrare un po’ strano, ma i legami intercorrenti tra la storia antica dell’Egitto e Milano ci sono e non sono pochi. Non è un caso che, nonostante manchi ormai pochissimo tempo all’inaugurazione dell’EXPO 2015, il capoluogo lombardo abbia deciso di dedicare contemporaneamente a papiri e piramidi ben due mostre.

La prima di queste si intitola “L’Egitto dal Cielo” ed è dedicata alla singolare figura di Theodor Kofler. Questi fu un archeologo e, soprattutto, un egittologo operativo tra la fine dell’ ‘800 e il primo ‘900. La sua attività è testimoniata da un gran numero di foto d’epoca esposte presso i locali dell’Università degli Studi di Milano. Le immagini, circa una ventina, ritraggono Il Cairo e Luxor dalla singolare prospettiva di una visione aerea. Chiunque volesse saperne di più sull’interessante mostra, fruibile sino al prossimo 13 marzo, potrebbe collegarsi al sito dell’Università degli Studi di Milano.

La Biblioteca Nazionale Braidense invece inaugurerà a partire dal prossimo venerdì, giorno 20 febbraio, un’altrettanto interessante mostra incentrata sulla conoscenza dell’Egitto. Ad essere più precisi, l’esposizione cercherà di ripercorrere tutti i legami culturali, artistici e storici intercorrenti tra l’Italia e la terra dei Faraoni. Il periodo preso in considerazione in occasione dell’allestimento della mostra intitolata “Da Brera alle piramidi” è quello compreso tra il Rinascimento ed il ‘900.

Nei locali della biblioteca sarà possibile ammirare manufatti, scritti e persino testimonianze inedite del continuo contatto tra la cultura egizia e quella italiana. La mostra resterà attiva sino al prossimo 31 marzo. Anche in questo caso sarà possibile reperire maggiori informazioni sull’evento consultando il sito della Biblioteca Nazionale Braidense.