Ma lo sapevi che?

Continua la carrellata di news e informazioni curiose sulla nostra vita quotidiana, quelle piccole informazioni che nemmeno immagineremo ma che sicuramente possono contribuire a risollevare le nostre monotone giornate con un pizzico di straordinarietà.

Perché si usa la definizione “limonare”?

Sebbene le parole si diversifichino da regione a regione, una delle definizioni nazionalpopolari riguarda il limonare, ovvero il baciare appassionatamente qualcuno, assumendo con lui/lei atteggiamenti particolarmente affettuosi. Ma da dove nasce questa definizione? In realtà non c’è un’unica versione ma sono molteplici, tutte suggestive e accattivanti.
La prima nasce dalla tradizione antica, per i venditori di frutta, di vendere i limoni sempre in coppia, legati da un ramo, cosa che indicherebbe la necessità delle due persone di stare insieme.Altra immagine, meno romantica devo dire, riguarda il gesto di spremere il limone, allusiva di alcune pratiche di tipo sessuale. Infine, l’ultima immagine riguarda la tradizione di alcuni paesi del sud, in cui la mano della ragazza in sposa veniva chiesta con la consegna di un frutto o di un agrume, spesso proprio il limone, che se veniva morso indicava il desiderio della ragazza di accettare la proposta matrimoniale.

Perché le corna sono il simbolo del tradimento coniugale?

Non è raro, anche se un po’ infelice, sentire apostrofare una persona tradita come “cornuto” oppure frasi simili, che rimandano a una condizione non proprio ideale. Ma come mai proprio le corna sono il simbolo di questo tradimento? In realtà, come alcuni tipi di leggende, non è chiara l’origine di questa tradizione, che forse però si ricollega al maschio della capra, conosciuto proprio per la disinvoltura con cui la partner femminile cambia accompagnatore. Altre leggende rimandano alla lotta tra i cervi per la conquista della femmina, che avviene proprio a suon di corna, e infine la mitica leggenda greca del Minotauro, creatura mostruosa frutto di un rapporto fedifrago, e per questo rinchiuso nel labirinto.

C’è da dire comunque che nell’antichità le corna rappresentavano un segno di virilità e forza, in quanto contornavano i copricapo dei più forti all’interno delle tribù.

Perché lo sbadiglio è contagioso?

Ecco uno degli interrogativi più interessanti della nostra quotidianità, al confine tra scienza e curiosità, e riguarda il fenomeno trasmissibile dello sbadiglio, che porta le persone a “contagiarsi” vicendevolmente.

Sarà straordinario scoprire che lo sbadiglio nasce con l’uomo, sin dal grembo materno, sono stati ripresi sbadigliare feti di 32 settimane, mentre il fenomeno del contagio è evidenziabile dai 2 anni in su. Alcuni sostengono che il fenomeno dello sbadiglio è legato alla necessità nel nostro corpo di immettere ossigeno espellendo tutta l’anidride carbonica in eccesso. In questo modo, se così fosse, l’esigenza si estenderebbe a tutti gli altri presenti provocando così lo “sbadiglio collettivo”. Infine altri collegano lo sbadiglio a un fenomeno sociologico, quindi come modalità di darsi una smossa da un evento noioso o stancante, per cui è probabile che ad un evento noioso più persone cerchino di risvegliarsi attraverso questa modalità.

Queste le curiosità di oggi, alla prossima.

Federica di Martino

Federica Di Martino

Gli adulti dimenticano, i bambini no. (In Treatment)