Lumina

Lumina

Lumina è l’ultimo progetto di Linda Cavallini ed Emanuele Tenderini, illustratrice e fumettista italiani con 10 anni di esperienza alle spalle, che li ha visti collaborare con molte case editrici grandi e piccole, in Italia e all’estero.

Per Lumina però questi due giovani e talentuosi autori hanno pensato di intraprendere una nuova strada, ovvero quella del crowdfunding.

Il crowdfunding, per chi non lo sapesse, è un sistema di finanziamento collettivo, che avviene attraverso apposite piattaforme informatiche. Nel caso di Lumina s’è deciso di creare una Fixed Campaign su Indiegogo. La somma necessaria per realizzare il primo libro a fumetti di Lumina, oltre alla versione digitale e vari altri materiali, è stata fissata in 44.000 euro. Visto che si trattava di una Fixed Campaign, se la cifra non fosse stata raggiunta tutte le persone che avessero contribuito sarebbero state risarcite.

L’esito della campagna però è stato positivo, anzi è andato ben oltre le più rosee aspettative degli stessi autori e del team che li ha supportati in questa avventura. Non solo i 44.000 euro necessari alla realizzazione della loro ambiziosa idea sono stati raccolti nei tempi stabiliti, ma si è andati oltre, arrivando a quasi 60.000 euro, quindi il 136% della cifra necessaria a rendere il sogno di Lumina realtà.

Ma cos’è Lumina? Definirlo un fumetto è decisamente poco, si tratta di un mondo nuovo e fantastico, che in futuro potrà essere l’ambientazione di giochi, cartoni animati e molto altro.

E come mai, visti i tanti contatti degli autori con il mondo dell’editoria italiana e straniera si è ricorsi al crowdfunding? È stata una scommessa, decisamente vinta, ma nessuna sfida o polemica nei confronti degli editori, semplicemente per questo progetto c’è stata la voglia di essere maggiormente liberi sotto ogni aspetto, da quelli strettamente creativi, per arrivare a quelli commerciali.

Quello di Lumina è un caso molto interessante per varie ragioni.È un esempio di come se si ha un’idea chiara e convincente, anche in ambito artistico, sia possibile presentarla attraverso la rete e amplificarla grazie ai social network, così da raggiungere e coinvolgere migliaia di persone, e non solo coinvolgerle per ottenere qualche “Like” che comunque di certo non è mancato, ma anche per mettere mano al portafoglio, con la sicurezza e la gioia di ricevere, appena sarà pronto, un fumetto di qualità, che potrà contribuire in modo rilevante al rinnovamento del settore, in particolare in Italia.