Le tradizioni pasquali

La Pasqua è la festa cristiana che celebra la Resurrezione di Cristo, ma, come molte feste religiose, affonda le sue radici nel paganesimo. Così, tutti i gesti e i simboli della Pasqua hanno assunto un significato fin dai tempi più antichi. Già presso gli Egizi l’uovo ha rivestito il significato simbolico di fulcro dei quattro elementi dell’Universo (acqua, aria, terra e fuoco). L’uovo si è poi confermato in diverse civiltà come simbolo della fertilità e della nuova vita, ma anche del risorgere delle stagioni calde dell’abbondanza: i Persiani si scambiavano semplici uova di gallina all’avvento della stagione primaverile. Anche gli antichi contadini romani erano soliti sotterrare nei campi un uovo dipinto di rosso, simbolo di fecondità e quindi propizio per il raccolto.  Se già gli antichi talvolta dipingevano queste uova simboliche, nel Medioevo si diffuse la tradizione di creare uova artificiali fabbricate o rivestite in materiali preziosi quali argento, platino od oro, destinate ai ranghi più alti della società.

[ Fonte: Pasqua: le tradizioni ]