La resistibile ascesa di Arturo Ui al Teatro Argentina di Roma

La resistibile ascesa di Arturo UiAncora due settimane (e forse troppo poche) per assistere all’irresistibile messa in scena de La resistibile ascesa di Arturo Ui al Teatro Argentina di Roma. Lo spettacolo, tratto dall’omonima opera brechtiana, si fa carico di due dichiarazioni dell’autore che hanno guidato il regista Claudio Longhi nella sua rappresentazione. Si tratta innanzitutto di spiegare al mondo capitalistico l’ascesa di Hitler al potere, ciò che succedeva a Berlino negli anni ’30, accade allo stesso modo in una Chicago industrializzata quanto corrotta. In questo modo la tragedia riesce a prendere alla leggera (almeno) una delle sofferenze dell’umanità e lo spettacolo, pur nella sua tragicità, riesce a farci ridere mentre tutti i denti che mostriamo, sono consapevoli uno per uno dell’atrocità adombrata dalla parodia. Le necessità di questo testo sono evidenti, sia che si voglia guardare al passato sia che l’occhio si posi sul presente. Come infatti spiega il regista, quando vediamo sotto un’altra luce quello che ci accade attorno, riusciamo a capire meglio che cosa sta succedendo.

Non verranno tralasciati i motivi di straniamento né quelli ludici e burleschi tipici del teatro di Brecht. Insomma, come si dice, “siate pronti a tutto”, se eravate abituati ad un Lino Guanciale rude e risoluto che rifiutava la lotta armata ne La prima linea e con ciò la compagnia di Riccardo Scamarcio, preparatevi ora alla sua indole sensibile ma soprattutto alla sua giarrettiera.

L’Arturo Ui in questione vede, oltre alla regia di Claudio Longhi, la straordinaria interpretazione di Umberto Orsini nel ruolo di Arturo Ui, il già citato Lino Guanciale, Luca Micheletti (dramaturg oltre che attore) e ancora Nicola Bortolotti, Simone Francia, Olimpia Greco, Diana Manea, Michele Nani, Ivan Olivieri, Giorgio Sangati e Antonio Tintis, con costumi di Gianluca Sbicca, scene di Csaba Antal, luci di Paolo Pollo Rodighiero e musiche originali di Hans-Dieter Hosalla.

C’è tempo fino al 29 di Aprile, tutte le informazioni necessarie sono reperibili qui: www.teatrodiroma.net

Roberta Durante

Roberta Durante è una di quelle coi capelli lunghi marroni e gli occhi marroni