Il Museo contestato

Sin da quando era un’embrione, il Madre di Palazzo Donnaregina è stato protagonista di accese polemiche dapprima riguardanti il “prestito delle opere a tempo indeterminato” di varie collezioni soprattutto internazionali, che lasciavano poco spazio agli artisti napoletani e che resteranno per sempre al Madre, andando via per solo brevi periodi e solo se selezionate per importanti esposizioni.
Una volta nata, la creatura è stata poi oggetto di attenzioni e riflessioni gratificanti, come il pensiero espresso da Adriana Polveroni sostenitrice del concept-Madre, considerandolo una mosca bianca: “pare che la città stia precipitando nel degrado, eppure questo museo – che sorge nel cuore antico e ferito di Napoli – guadagna posizioni di prestigio anche a livello internazionale”.

Madre e figli: l’eterno conflitto. Il Museo contestato