“Il Maestro e Margherita” di Michael Bulgacov

Michail Bulgacov nacque a Kiev nel 1891 e visse nella Russia di Stanil; dal 1928 al 1940 scrisse quello che sarebbe divenuto uno dei più famosi romanzi russi. “Il Maestro e Margherita“.

Bulgacov, scrisse questo romanzo ben sapendo che non ne avrebbe visto la pubblicazione; il libro, che egli fece leggere sotto forma di manoscritto ad alcuni fedeli e fidati amici, venne pubblicato per la prima volta e con notevoli tagli da parte della censura, sulla rivista russa Moskva nel 1966.

E’ un romanzo insolito in cui lo stile e la trama non possono prescindere dalla vita dell’autore e dal periodo in cui venne scritto.

Bulgacov racchiude il questo romanzo la storia drammatica di alcuni personaggi della sua Mosca, dramma è il termine più consono allo stile dell’autore perché c’è tra le pagine del romanzo una continua dinamicità  che non permette al lettore un attimo di pausa.

“Il Maestro e Margherita” descrive il luogo in cui nasce il cinismo nell’uomo, l’indifferenza e la sete di potere che però è lo stesso in cui nasce l’amore e il bene: la persona.

E’ un romanzo di persone, persone che si scontrano con il potere, anche oscuro, e che ne pagano il prezzo; se l’uomo perde il senso del vivere cede la propria anima ed ogni gesto ha conseguenze inevitabili.

Di poi c’è la morte che sembrerebbe la fine, ma così non è e Bulgakov certo ci conduce per un tratto al di là del velo delle apparenze.