Il fotogiornalismo mette in mostra i suoi migliori scatti

Le immagini più belle giungono in questi giorni a Roma da ogni parte del mondo per il Word Press Photo, il premio di fotogiornalismo più prestigioso del mondo.
Giunto alla sua 53esima edizione, il Word Press Photo mette in mostra le foto vincitrici al Museo di Roma in Trastevere (fino al 6 giugno).
Da segnalare che quest’anno il primo premio è stato assegnato ad un italiano, Pietro Masturzo, per la fotografia scattata in Iran durante gli scontri politici del 2009.

world press photo 2010 Pietro Masturzo

Ma Masturzo non è l’unico italiano premiato quest’anno. Nella categoria General News, per la sezione Stories, il primo premio è andato a Marco Vernaschi per la foto «Guinea Bissau». Nella categoria People in the News, ha vinto Michele Borzoni, per un’immagine di scontri a Srinagar, nel Kashmir. Stefano De Luigi, si è classificato al secondo posto nella categoria Contemporary Issues, per una foto scattata a settembre, in Kenya, di una giraffa uccisa dalla siccità. Nella stessa categoria, per la sezione Stories sono stati premiati anche Alessandro Imbriaco (secondo classificato) per un reportage realizzato al campo nomadi Casilino (Casilino 900), e Tommaso Ausili (terzo), per un reportage da un mattatoio (Slaughterhouse). Nella categoria Daily Life, al terzo posto nella sezione Singles, Luca Santese per una foto scattata a Detroit di una madre single. Ancora la foto di un italiano, Francesco Giusti, premiata con il secondo posto nella categoria Arts and Entertainment.
Infine, nella categoria Nature, al terzo posto Singles, Paolo Patrizi, per l’immagine di uno stormo di uccelli impegnato in spettacolari evoluzioni.