Andrea Pazienza disegna Prevert

E’ l’estate del 1972, Andrea Pazienza ha 16 anni appena compiuti, e ritorna sul suo Gargano per le vacanze estive. A Pescara, dove ha frequentato il terzo anno di liceo artistico, il suo vitalismo ed il precoce talento hanno avuto modo di manifestarsi in tutto il loro sbalorditivo potenziale. E’ nel Luglio Agosto del 72, o nell’Agosto-Luglio come preciserà lo stesso Andrea in calce ad una tavola come a voler scardinare la piatta consequenzialità temporale, che Andrea munito di un pennarello e di un album da disegno in formato A3 decide di confrontarsi con uno dei mostri sacri del ‘900, Jacques Prévert

http://lnx.whipart.it/artivisive/6341/pazienza-prevert-azzurra.html