Addio a Giancarlo Cobelli

Giancarlo CobelliE’ scomparso lo scorso 16 marzo all’età di 82 anni, a Roma, Giancarlo Cobelli, attore e mimo di geniale ecletticismo e irriverente fisicità fin dagli anni ’50, rivelatosi poi uno dei registi italiani più inquieti e dissacratori. Milanese, formatosi al Piccolo Teatro, applicò la sua vena mordace al cabaret. Cobelli ha firmato moltissime regie con i più grandi attori del teatro italiano da Orsini a Kim Rossi Stuart. Tra le sue cose più belle una Turandot di Gozzi nel 1981 (spettacolo vincitore di tre Premi Ubu) con Valeria Moriconi. Tra le ultime regie il Macbeth nel 2001all’Ert sia in prosa che in lirica, proprio nellalirica aveva dedicato gli ultimi anni del suo lavoro tra e altre con una bellissima edicizione di La dannazione di Faust. Nell’aprile del 2007 cura la regia dell’opera Die Vögel (Gli uccelli) musicata da Walter Braunfels (nel 1920) che scrisse anche il libretto ispirandosi all’omonima commedia di Aristofane. L’opera, prima di allora mai rappresentata in Italia, debutta nel Teatro Lirico di Cagliari con Roberto Abbado direttore d’orchestra. Un brutto giorno per il mondo del teatro il 16 marzo, se pensiamo che dieci anni fa in questo stesso giorno moriva anche il grande Carmelo Bene.

Roberta Durante

Roberta Durante è una di quelle coi capelli lunghi marroni e gli occhi marroni