Addio a Enzo Biagi

foto_biagi.jpgE’ morto questa mattina intorno alle 8:00 Enzo Biagi. Il popolare giornalista, già firma di quotidiani nazionali quali Il Corriere della Sera, La Stampa, La Repubblica e direttore del Tg1, è spirato presso la clinica Capitanio di Milano, dove era ricoverato da una decina di giorni.
Nato il 9 agosto 1920 a Lizzano in Belvedere, un paesino in provincia di Bologna, si dà al giornalismo appena diciottenne lavorando in particolare come cronista al ‘Resto del Carlino’.
Nel 2002, dopo settecento puntate della striscia televisiva quotidiana ‘Il Fatto’, Biagi è stato al centro di aspre polemiche a causa di una sua presunta faziosità negativa nei confronti dell’allora presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, il quale ha espressamente rimproverato il giornalista di non essere equanime. Il consiglio di amministrazione della Rai, pur non avallando ufficialmente queste critiche, ha ad ogni modo modificato l’originaria e prestigiosa collocazione oraria del programma (posto poco dopo la fine del telegiornale della sera) il quale, in seguito alle proteste dello stesso Biagi, non ha più visto la luce. Enzo Biagi, nel corso della sua lunghissima carriera, ha pubblicato più di ottanta libri.